Credo che la fotografia paesaggistica serva soprattutto a raccontare i luoghi e la loro storia, che non è necessariamente la grande Storia con la "S" maiuscola, ma spesso quella quotidiana delle persone che vi hanno vissuto e hanno fatto di una città, o di un paese, ciò che è. Nelle mie foto, spero di riuscire a raccontare un po' di queste piccole Storie, e rendere così i luoghi che amo interessanti e vivi per chiunque voglia visitarli.
Pubblico la maggior parte delle mie foto paesaggistiche su Panoramio, e intendo utilizzare questo spazio per esperimenti, approfondimenti e quant'altro sia inadatto a Google Earth.
Chiunque voglia lasciare un commento, scambiare opinioni o dare suggerimenti è il benvenuto!
Giacomo / giames

venerdì 9 dicembre 2011


Lago delle Lame, Val d'Aveto genovese. 

Nei pressi del lago i monaci Benedettini avevano fondato, forse nel XI Secolo, un ricovero per pellegrini e viandanti, citato1352 come Hospitale S. Bartolomei in Lamis Vallis Avanti, di cui risulta ministro tale Federico Devoto fu Conforto.
L'esatta ubicazione della struttura è di difficile individuazione, perchè la zona, ricca di corsi d'acqua e stagni stagionali, ha probabilmente cambiato conformazione negli ultimi secoli, e del resto già nel 1622 il Vescovo di Tortona Paolo Arese ricevette dai valligiani la richiesta ufficiale di finanziare la ricostruzione dell'ospitale, evidentemente abbandonato e in rovina. Interessante una testimonianza resami da alcuni anziani della vicina Villa Cerro, secondo i quali i loro nonni avevano sentito raccontare a loro volta dai loro nonni che un terremoto, in epoca imprecisata, aveva sconvolto l'area del Lago, tanto che le sue scure acque avrebbero inghiottito una chiesa costruita proprio sulla sponda.
A questo proposito è significativa un'altra, meno nota, leggenda, che attribuisce la formazione del lago ad un intervento della Madonna, che avrebbe fatto sprofondare nel lago un villaggio, a causa dell'empietà dei suoi abitanti.

1 commento: