Credo che la fotografia paesaggistica serva soprattutto a raccontare i luoghi e la loro storia, che non è necessariamente la grande Storia con la "S" maiuscola, ma spesso quella quotidiana delle persone che vi hanno vissuto e hanno fatto di una città, o di un paese, ciò che è. Nelle mie foto, spero di riuscire a raccontare un po' di queste piccole Storie, e rendere così i luoghi che amo interessanti e vivi per chiunque voglia visitarli.
Pubblico la maggior parte delle mie foto paesaggistiche su Panoramio, e intendo utilizzare questo spazio per esperimenti, approfondimenti e quant'altro sia inadatto a Google Earth.
Chiunque voglia lasciare un commento, scambiare opinioni o dare suggerimenti è il benvenuto!
Giacomo / giames

martedì 13 dicembre 2011


Estate in Val Trebbia: l'Ansa di Brugnello.

Brugnello è un gioiello di pietra, aggrappato ai costoni rocciosi che sovrastano le anse della Trebbia, dove il fiume si snoda come un serpente smeraldino, tracciando uno dei percorsi ambientali (e fotografici) più straordinari delle nostre montagne. La vista panoramica dal piazzale della chiesa dei Ss. Cosma e Damiano è senza paragoni.

Secondo la tradizione, Brugnello sarebbe stato fondato da un guerriero franco di nome Bren, o Brenus. Storicamente, il borgo costituì il centro amministrativo e militare più importante di questa parte della valle. Sottoposto alla signorìa dei Brugnatelli, passò nel XII Secolo ai Malaspina, che vi eressero un castello (di cui restano poche tracce). Nel 1361 il feudo venne ceduto ai potenti Visconti di Milano, attraverso i quali tornò poi a i Brugnatelli e infine ai Dal Verme, che lo tennero fino alla fine del feudalesimo.

Nessun commento:

Posta un commento